Future Sex: Il sesso e il mondo a venire

futuresex

Pubblichiamo un’intervista uscita sul Mucchio, che ringraziamo.

L’intimità di massa, il poliamore, la sessualità liberata del Burning Man. Emily Witt aveva appena compiuto trent’anni quando ha iniziato a scrivere Future Sex, un’esplorazione di cosa è oggi il sesso e di come è cambiato.

Un estratto da “Tabù”, il nuovo romanzo di Giordano Tedoldi

tedoldi tabù

Pubblichiamo, ringraziando editore e autore, un estratto dall’ultimo romanzo di Giordano Tedoldi, Tabù, uscito per Tunué. Il libro sarà presentato domani alle ore 21 alla libreria Trebisonda, a Torino, per il Salone Off 365. Interverrà Nicola Lagioia.

Quando esco a cavallo con Antonia, il confronto tra i nostri modi di montare manifesta la differenza tra la scioltezza di una limitata abilità e la felicità di esercitare un dominio. La sensazione di esserle secondo non è sgradevole, al contrario, mi piace da impazzire. È uno spettacolo vederla cavalcare perennemente davanti, in pantaloncini jeans e reggiseno del bikini a maglia marrone, il laccio di seta rosa – la sua vezzosa cravattina – che sfila come un’insegna cavalleresca, le gambe tornite contro i fianchi di Julia, faisant grâce à son cheval de l’étreinte des genoux, facendo grazia al cavallo della stretta delle ginocchia, come scrive Saint-John Perse; sembra persino stucchevole la sua aderenza al modello dell’amazzone che fende l’aria come fantasma di pura energia.

Sentirete parlare di Chris Bachelder

maxresdefault

di Christian Raimo Sentirete parlare di Chris Bachelder nei prossimi anni: è evidente che questo scrittore di Minneapolis del 1971 – portato in Italia da Martina Testa, prima come editor di minimum fax (il suo primo libro tradotto, Orso contro squalo, è del 2004) e ora di Sur – è dotato di una maestria, di […]

Artisti a metà: sul romanzo di Zampaglione e Gensini

zampaglione

di Claudio Lagomarsini In una favola antica, il sofista Prodico di Ceo racconta di come Ercole, ancora adolescente, sieda un giorno tutto pensieroso e, come ogni adolescente, indeciso sul proprio futuro. Gli appaiono due donne, allegorie, la prima, della virtù, la seconda della felicità. Si sa quale donna abbia poi seguito l’eroe: è il mito […]

Un estratto da “Volgare eloquenza. Come le parole hanno paralizzato la politica”

beppe

Pubblichiamo un estratto dal nuovo libro di Giuseppe Antonelli, Volgare eloquenza. Come le parole hanno paralizzato la politica. Ringraziamo editore (Laterza) e autore.

di Giuseppe Antonelli

Un messaggio pubblicato su Twitter il 4 febbraio 2013 ammoniva: «#Grillo parla nelle piazze un linguaggio semplice e comprensibile gli altri sono nella loro torre d’avorio il risveglio sarà amaro #M5S». Solo che la storia del linguaggio semplice l’avevamo già sentita più di vent’anni fa.

La sbandieravano prima Bossi e poi Berlusconi («Non più quel linguaggio da templari che nessuno capiva: si sentiva il bisogno di un linguaggio semplice, comprensibile, concreto »). La confermavano gli studi sul lessico berlusconiano, mettendo in luce – tra l’altro – l’alto tasso di comprensibilità del suo modo di parlare.

Il leader morale del mondo

1436262119.papa

di Christian Raimo Antonio Spadaro ha poco di cinquant’anni è un prete e un comunicatore, è un gesuita ed è il direttore di Civiltà cattolica. Quando lo incontro a Roma, a via di Porta Pinciana, nella sede della rivista, in una mattinata di primavera precoce, la prima cosa che penso che è mi sembra una […]

Populismo penale. Una risposta a Massimo Gramellini

SIMBOLICA GIUSTIZIA AGENZIA BETTOLINI (Agenzia: DA RACHIVIO)  (NomeArchivio: PAV-G1ig.JPG)

Massimo Gramellini, nel suo editoriale del 2 giugno sul Corriere della Sera, si scaglia contro il sistema giudiziario reo di non aver saputo, a suo dire, intuire la pericolosità sociale di Serif Seferovic. Il giovane, gravemente indiziato di essere il responsabile della morte delle tre ragazze rom morte carbonizzate il 10 maggio scorso a Roma, è anche l’autore del furto della borsa della studentessa cinese Zhang Yao, morta travolta da un treno mentre inseguiva lui e l’altro autore dello scippo.

Get ready to meet God. Ricordando Muhammad Ali

Muhammad Ali

Un anno fa ci lasciava Muhammad Ali. Lo ricordiamo riproponendo il filmato del discorso che tenne nel luglio del 1977 ospite di una televisione inglese, a Newcastle. All’epoca aveva 35 anni. Nel 1960 aveva vinto l’oro olimpico a Roma 1960, fu campione nei pesi massimi per tre volte.

Si è aperto il XXX Salone Internazionale del Libro di Torino

18582342_10154686763852615_8507031728432658906_n

di Nicola Lagioia Questo articolo è uscito su La Stampa, che ringraziamo. Da qualche parte, sotto il cielo Torino, dev’essere nascosto il segreto del Salone del Libro. Benché si tratti della più popolare manifestazione italiana che abbia al proprio centro l’editoria libraria, e una delle più importanti in Europa, non si capisce altrimenti come mai una […]

I sotterranei dell’immaginario. A partire da “La stanza profonda” di Vanni Santoni.

9c7954cf-f1d7-4385-852b-2d0673b108d2_large

di Paolo Pecere La stanza profonda è il romanzo generazionale dei giocatori di ruolo, una comunità frammentata e in larga misura non più giocante, apostrofata con il “tu” e il “si faceva”, che sta reagendo con entusiasmo al lavoro proustiano di Santoni con dadi e manuali; ma ha anche l’ambizione di svelare, ai profani oltre […]