Questa non è la mia città

21034708_10155004364737831_7700588068991770178_n

Questa non è la mia città. Una città in cui alle sei di mattina i poliziotti fanno le cariche e buttano gli idranti contro i rifugiati, comprese donne incinte e bambini. Una città in cui da due anni la polizia interviene contro i migranti in transito sgomberando di notte i posti d’accoglienza. Questa non è […]

Salviamo Monte Inici

IMG_6084

Castellammare del Golfo da qualche anno è protagonista di un risveglio culturale che coinvolge varie realtà locali e che ha portato in questo territorio, molti scrittori ed intellettuali italiani e stranieri, che ne hanno apprezzato le bellezze naturali e paesaggistiche.

Purtroppo, anche quest’estate, e più delle altre, il territorio della Sicilia occidentale è stato oggetto di una lunga serie di incendi dolosi, e nella zona di Alcamo ha preso fuoco anche un deposito per la raccolta differenziata in contrada Sasi che sta provocando un grave rischio di propagazione di sostanze tossiche nell’aria e per il quale è stato applicato con una ordinanza del sindaco il principio di precauzione.

Per tutto questo, chiediamo a tutti gli scrittori che sono transitati in questa provincia, e a tutti quelli che ne hanno a cuore la difesa, di sottoscrivere e di dare massima diffusione all’appello del Comitato Salviamo Monte Inici, che riportiamo qui di seguito.

La nuova imprevedibile, fantasmagorica, spiazzante fase due dell’amministrazione Raggi

virginia-raggi-al-mare-a-ostia

di Christian Raimo Scavallato agosto l’amministrazione Raggi passerà direttamente alla Fase Due. Per prima cosa la rotazione degli assessori sarà programmata: quello al bilancio cambierà ogni due settimane, quello all’ambiente ogni cinque giorni, quello all’urbanistica un paio di pomeriggi compresa apericena di congedo. L’Atac sarà smantellata entro ottobre, al suo posto dovrebbe entrare in vigore […]

Centosettantatré domande retoriche sulla scuola italiana

klass-v-nachalnoy-shkole-francii

di Christian Raimo A che serve la scuola? Perché gli insegnanti hanno una sempre più scarsa preparazione pedagogica? Perché la ricerca pedagogica negli ultimi anni è stata sostituita da retoriche impressioniste, semplicistiche, fallate dal punto di vista scientifico, funzionali a ideologie che con il senso costituzionale dell’istruzione pubblica non hanno nulla a che fare? Perché […]

La mia generazione

maxresdefault

di Christian Raimo C’è una scena madre che accomuna i riti di passaggio della maggior parte delle persone mie coetanee, quei thirty-forty-something che sono cresciuti come me passando l’infanzia tra gli esordi della televisione commerciale e hanno compiuto i diciott’anni mentre Berlusconi scendeva in campo. È una specie di aneddoto-tipo che mi hanno raccontato tutti […]

Future Sex: Il sesso e il mondo a venire

futuresex

Pubblichiamo un’intervista uscita sul Mucchio, che ringraziamo.

L’intimità di massa, il poliamore, la sessualità liberata del Burning Man. Emily Witt aveva appena compiuto trent’anni quando ha iniziato a scrivere Future Sex, un’esplorazione di cosa è oggi il sesso e di come è cambiato.

Un estratto da “Tabù”, il nuovo romanzo di Giordano Tedoldi

tedoldi tabù

Pubblichiamo, ringraziando editore e autore, un estratto dall’ultimo romanzo di Giordano Tedoldi, Tabù, uscito per Tunué. Il libro sarà presentato domani alle ore 21 alla libreria Trebisonda, a Torino, per il Salone Off 365. Interverrà Nicola Lagioia.

Quando esco a cavallo con Antonia, il confronto tra i nostri modi di montare manifesta la differenza tra la scioltezza di una limitata abilità e la felicità di esercitare un dominio. La sensazione di esserle secondo non è sgradevole, al contrario, mi piace da impazzire. È uno spettacolo vederla cavalcare perennemente davanti, in pantaloncini jeans e reggiseno del bikini a maglia marrone, il laccio di seta rosa – la sua vezzosa cravattina – che sfila come un’insegna cavalleresca, le gambe tornite contro i fianchi di Julia, faisant grâce à son cheval de l’étreinte des genoux, facendo grazia al cavallo della stretta delle ginocchia, come scrive Saint-John Perse; sembra persino stucchevole la sua aderenza al modello dell’amazzone che fende l’aria come fantasma di pura energia.

Sentirete parlare di Chris Bachelder

maxresdefault

di Christian Raimo Sentirete parlare di Chris Bachelder nei prossimi anni: è evidente che questo scrittore di Minneapolis del 1971 – portato in Italia da Martina Testa, prima come editor di minimum fax (il suo primo libro tradotto, Orso contro squalo, è del 2004) e ora di Sur – è dotato di una maestria, di […]

Artisti a metà: sul romanzo di Zampaglione e Gensini

zampaglione

di Claudio Lagomarsini In una favola antica, il sofista Prodico di Ceo racconta di come Ercole, ancora adolescente, sieda un giorno tutto pensieroso e, come ogni adolescente, indeciso sul proprio futuro. Gli appaiono due donne, allegorie, la prima, della virtù, la seconda della felicità. Si sa quale donna abbia poi seguito l’eroe: è il mito […]

Un estratto da “Volgare eloquenza. Come le parole hanno paralizzato la politica”

beppe

Pubblichiamo un estratto dal nuovo libro di Giuseppe Antonelli, Volgare eloquenza. Come le parole hanno paralizzato la politica. Ringraziamo editore (Laterza) e autore.

di Giuseppe Antonelli

Un messaggio pubblicato su Twitter il 4 febbraio 2013 ammoniva: «#Grillo parla nelle piazze un linguaggio semplice e comprensibile gli altri sono nella loro torre d’avorio il risveglio sarà amaro #M5S». Solo che la storia del linguaggio semplice l’avevamo già sentita più di vent’anni fa.

La sbandieravano prima Bossi e poi Berlusconi («Non più quel linguaggio da templari che nessuno capiva: si sentiva il bisogno di un linguaggio semplice, comprensibile, concreto »). La confermavano gli studi sul lessico berlusconiano, mettendo in luce – tra l’altro – l’alto tasso di comprensibilità del suo modo di parlare.