La parola a Rokhaya Mbengue

image

di Christian Raimo Dice come cambiare il paese, combattere il razzismo, il sessismo, contrastare le fake news, l’avanzata dei populismi di destra, il ritorno del fascismo? Non è difficile capire come fare. L’altroieri a Roma – e in tutto il mondo – c’è stata una grande mobilitazione delle donne, manifestazioni, scioperi, iniziative, etc…; ieri a […]

L’8 marzo e il femminismo. Una questione editoriale.

libreria-593x443

di Christian Raimo   La questione femminista è una questione anche di spazi culturali, e quindi editoriali. Me ne rendevo conto leggendo Perché non sono femminista (libro notevolissimo) di Jessa Crispin, appena edito da Sur, che s’incentra sul riconoscimento di autrici praticamente inedite in Italia, come Andrea Dworkin (il suo Intercourse è del 1987, mai […]

Comunicato della redazione

minima

Qualche giorno fa abbiamo pubblicato una lettera aperta di sei studenti che hanno deciso di lasciare il Centro sperimentale di cinematografia di Palermo. I toni usati dai ragazzi erano di critica molto radicale: inizialmente abbiamo deciso di pubblicare lo stesso la lettera sul nostro blog, perché minimaetmoralia è un luogo di dibattito aperto, che cerca di […]

A freddo, per domenica.

02_scheda

di Christian Raimo Dunque votiamo. Ci sarà una percentuale di astensionismo alta, dovuta non soltanto alla disabitudine alla partecipazione alla vita democratica, al fatto che le ultime elezioni non abbiano poi portato a maggioranze chiare, e che i governi spesso si siano in creati in contrasto o rimuovendo la volontà popolare. Ci sarà una percentuale […]

Si riparte da Macerata! Ma per andare dove? Note sulla frammentazione dell’antifascismo istituzionale e la ricostruzione di un nuovo antifascismo.

190003200-6a50a392-57a3-4142-b411-bea770ecb6e5

di Antifa Macerata Partiamo da un punto base. Gli eventi di Macerata nelle scorse due settimane non sono stati pure casualità né, tantomeno, imprevedibili atti di follia. Sono l’espressione della crescente, putrida palude da cui riemerge il neofascismo. Questa palude è determinata a sua dal ritirarsi delle istituzioni, dalla repressione sociale e dall’assistenzialismo de-umanizzante e […]

La cura. Un estratto da “Tutta la colpa”

CARTOLINA_16164_31892

È uscito per l’Erudita, un marchio di Giulio Perrone, il romanzo Tutta la colpa. Qui c’è il sito dedicato al libro. di Alessandro D’Andrea Fuori la stazione era buio, cercò un taxi che lo lasciò davanti la clinica. «Cosa ti è saltato in mente?», gli disse l’infermiera aprendo il cancello «Vieni dentro: sta piovendo a […]

Giocare con il fuoco, ovvero un’alternativa c’è sempre. Persino per il voto del 4 marzo.

il_570xN.1178221548_p6y2

di Christian Raimo Nel libro e nel film La scelta di Sophie la protagonista si trova di fronte a un dissidio straziante. Mentre è rinchiusa in un campo di concentramento, un ufficiale nazista le chiede quale dei due figli vuole sacrificare per la camera a gas: nel caso non scelga entrambi verranno uccisi. Lei sceglie […]

Cosa non possiamo più permetterci. (Una risposta a Francesco Costa)

Girodet

di Marta Fana e Giacomo Gabbuti Il 4 Marzo si avvicina, provocando nei più un sentimento confuso, malmostoso, sicuramente deprimente; come l’attesa per un colloquio o una presentazione importante, che sai ti esporrà a tensione e stress, che ti richiede preparazione e attenzione, ma sai già non cambierà nulla, vuoi perché un posto in palio […]

L’idea di futuro che ci avevano scippato. Su “Borne” di Jeff Vandermeer

C-yVnoKXsAAfql5

di Christian Raimo La nostra gioventù, quella di noi quarantenni, gli anni novanta, dopo la caduta del Muro, passò sotto l’etichetta della fine della storia, una definizione che diede il politologo Francis Fukuyama, e che ci regalò insieme all’inquietudine, un misto di sollievo: se la storia era al suo termine, non ci saremmo più dovuti […]

Essere antifascisti è impedire ai neofascisti di manifestare. (Il discorso di Sandro Pertini a Genova nel 1960)

genova-60--_20151224-092051_1

di Sandro Pertini Gente del popolo, partigiani e lavoratori, genovesi di tutte le classi sociali. Le autorità romane sono particolarmente interessate e impegnate a trovare coloro che esse ritengono i sobillatori, gli iniziatori, i capi di queste manifestazioni di antifascismo. Ma non fa bisogno che quelle autorità si affannino molto: ve lo dirò io, signori, […]