“Lei”, un estratto

1lei

Pubblichiamo un estratto dal libro di Nicolò Targhetta Lei, uscito per Becco Giallo: ringraziamo editore e autore.

di Nicolò Targhetta

In ordine sparso, cose che secondo lei fanno di un adulto un adulto:

Una carta di credito
• Un materasso proprio
• Mangiare fibre
• Bere vino
• Pagarsi le vacanze
• Un contratto con la banca
• Un punto di vista sul mondo
Un lavoro

Quando le chiedono che lavoro fa, lei risponde leggo. Poi, arrendendosi a un certo senso di colpa, aggiunge maldestra: cioè, per lo più leggo.

Leggo. Le piace dirlo. Le piace come suona. Perché suona proprio come se li avesse realizzati ’sti benedetti sogni.

“Essere senza casa”, un estratto

essere senza casa

Pubblichiamo un estratto da “Essere senza casa. Sulla condizione di vivere in tempi strani” di Gianluca Didino, uscito a giugno 2020 per Minimum Fax. * Quando facevo l’università a Torino c’era una canzone che veniva suonata spesso dalle casse attaccate al computer del mio appartamento condiviso con altri universitari. Era il brano di una band […]

La voce della critica, i tempi della televisione

1buf

Pubblichiamo la prefazione al libro di Emily Nussbaum Mi piace guardare. Critiche e riflessioni sulla tv americana, uscito per minimum fax: ringraziamo editore e autori.

di Fabio Guarnaccia e Luca Barra

Mi piace guardare: il titolo di questo libro è una confessione, persino spudorata. Che a un critico televisivo piaccia guardare la tv non è scontato: il più delle volte si ha l’impressione di una tortura autoinflitta, per ragioni professionali o per una non meglio identificata difesa culturale e civica della società contro la barbarie televisiva. Essere disposti ad accogliere la confessione di un critico che ammette candidamente di provare piacere dalla visione della tv, e non solo delle sue parti più evolute ma anche di quelle ferine e voyeuristiche, è allora il miglior viatico per apprezzare la voce polifonica di Emily Nussbaum.

Il caso Valarioti: un estratto

1val

Pubblichiamo, ringraziando editore e autori, un estratto dal libro Il caso Valarioti, scritto da Danilo Chirico e Alessio Magro e uscito per Round Robin.

di Danilo Chirico e Alessio Magro

Due colpi. Le immagini dell’agguato

Sembra un gigante nero nell’ombra riflessa sulla terra, con la testa enorme e gli inconfondibili occhiali sul naso. Peppe cammina con le spalle al ristorante, lo stridore dei ciottoli lo accompagna, le luci lo illuminano da dietro. Quando svolta l’angolo e prosegue verso il fondo del viale, gli altri sono già attorno alle auto. Solo Peppino e Vincenzo gli sono dietro di qualche metro. Si sono fermati e Peppino cerca di convincere l’amico ad andare con loro in macchina. Adesso è buio, Peppe è di fronte alla sua 126 verde, infila le chiavi e le gira nella toppa con un gesto automatico. La sua mano appoggiata alla maniglia dello sportello perde la presa. Da sopra il canneto alla sua sinistra arriva un bagliore improvviso. È girato di fianco e lo percepisce appena, ma gli ferisce gli occhi come uno schiaffo.

“Professione criminale”, un estratto

Professione criminale. La Londra dei gemelli Kray John Pearson

Pubblichiamo un estratto da “Professione criminale – La Londra dei gemelli Kray” di John Pearson. Il libro è edito da Milieu, che ringraziamo. di John Pearson Fin dal diciottesimo secolo, l’East End era stata la famosa culla di pugili e criminali, due razze che venivano su dalla povertà. La maggior parte dei criminali dell’East End […]

Note e osservazioni scientifiche sulla diffusione del colera

1costa

Pubblichiamo un brano tratto da La moltiplicazione delle dita, volume a cura di Andrea Franzoni e Roberta Bisogno, uscito per Argolibri, che ringraziamo. Il libro raccoglie per la prima volta tutte le prose e i disegni di Corrado Costa apparsi negli anni 70 sulla storica rivista Il Caffè satirico e letterario.

di Corrado Costa

A Anna e George Lindenmeyer

Una nave sconosciuta ha portato il colera a Napoli. Era la fine di aprile 1973 e la nave era americana. Nessuno però può garantire sulla sua autenticità. Di due fumaioli, uno era certamente truccato con eccezionale abilità.

Mia madre astronauta

jonas-verstuyft-flsFQ3UTuKw-unsplash

Photo by Jonas Verstuyft on Unsplash

Dalla raccolta di Antonio Coletta Mia madre astronauta, uscita per Ultra, pubblichiamo il racconto omonimo: ringraziamo editore e autore.

di Antonio Coletta

Ricordate lo sconosciuto che regalava caramelle piene di droga ai bambini all’uscita delle scuole? Era mio padre.

Quando si sparse la voce e nessun bambino fu più disposto ad accettare caramelle da uno sconosciuto, mio padre andò a lavorare in un cantiere come manovale, cadde da sette metri e restò paralizzato dalla vita in giù.

Dopo l’incidente mio padre fece causa al datore di lavoro, il quale sostenne che mio padre fosse un mitomane: «Quello sconosciuto non ha mai lavorato per me».

Il giudice diede ragione al datore di lavoro e condannò mio padre al risarcimento del danno d’immagine causato alla ditta edile.

Il cinema è mito: un estratto

1sergio

Pubblichiamo un estratto dal libro di Marcello Garofalo Il cinema è mito, in uscita per minimum fax, che ringraziamo.

di Marcello Garofalo

Il 14 giugno 1982 iniziano a Roma le riprese di quello che sarà, in un cammino ancora irto di ostacoli, il film col quale Leone intende affermare al massimo il senso della sua esperienza artistica e professionale. L’organizzatore generale del film è Mario Cotone.

La sua testimonianza13 offre un quadro molto preciso non solo dei metodi di lavorazione del regista, ma anche una serie di informazioni e di curiosità sull’intera lavorazione 232 del film e sulla personalità di Leone: «Il venerdì prima di iniziare il film, nell’ufficio di Cinecittà, Sergio era seduto con un tabellone enorme con tutte fotografie, grandi come cartoline, di cinesi alle sue spalle.

Il primo capitolo di “Scavare” di Giovanni Bitetto

scavare_bitetto

Pubblichiamo, ringraziando autore ed editore, il primo capitolo di “Scavare”, romanzo d’esordio di Giovanni Bitetto, pubblicato da ItaloSvevo. di Giovanni Bitetto Sai, amico, quando ho saputo della tua dipartita non sono rimasto sorpreso. Abbiamo un’età che non ci spinge a guardare la morte come un termine prossimo, eppure attraverso le rispettive vocazioni è da anni […]

Un estratto da “L’esercizio” di Claudia Petrucci

esercizio

Pubblichiamo, ringraziando autrice ed editore, un estratto dal romanzo “L’esercizio” di Claudia Petrucci, uscito oggi per la Nave di Teseo. Capitolo Dieci L’esercizio Guardo Giorgia e penso abbia il dono della bellezza fuori posto, che la metti in ordine da una parte e si disfa dall’altra – i capelli, la postura, il vestito, tutto si […]