Da 0 a 52 La semplice, o non così semplice, stesura di una sceneggiatura televisiva

La scrittura seriale ha peculiarità che la rendono diversa da altre forme di scrittura narrativa. Per esempio: nasce per non concludersi e costruisce personaggi che protraggono il più possibile la soluzione dei loro nodi psicologici. Alla base di questo meccanismo si può individuare la creazione di un motore capace di generare un numero potenzialmente infinito […]

Seminario sui luoghi comuni

9. La realtà nonostante l’autore In un saggio contenuto ne Il Romanzo di Franco Moretti, intitolato «L’incontro con la realtà», Alfonso Berardinelli sostiene in maniera molto efficace che il romanzo è il racconto della distanza fra ciò che i personaggi ritengono sia la realtà, e la realtà stessa. «Il cuore della narrazione romanzesca sono esattamente […]

Seminario sui luoghi comuni

8. Scene di lotta di classe Il motivo per cui Proust è tanto citato ancora oggi a prescindere da quanto poco sia letto è che le scienze cognitive sono andate nella sua stessa direzione e quindi col senno di poi Alla ricerca del tempo perduto sembra un esperimento pionieristico sulla percezione e la memoria. (Tanto […]

Le 10 regole

Sulla scorta del decalogo di scrittura stilato da quella roccia di Elmore Leonard, alcuni autori, sollecitati da The Guardian, hanno fornito i loro personalissimi comandamenti. Eccovi quelli di Zadie Smith: Finché sei piccino, assicurati di leggere molti libri. Dedica più tempo alla lettura che a qualsiasi altra cosa. Da adulto, cerca di leggere i tuoi […]

Seminario sui luoghi comuni

7. Pettegolezzi Knut Hamsun è l’autore di Fame, scrive di vagabondaggi rigorosi, un po’ mistici, deliranti, autistici. In quanto tale può prestarsi al solito fraintendimento: io aspirante scrittore copierò il suo delirio senza assicurarmi che la mia vita sia passata per le stesse forche caudine e che la mia penna se lo possa permettere. Ciò […]

Somiglianze di Famiglia

Rapporti disfunzionali tra scrittori e autori di fumetti. Scrivo questi appunti in qualità di lettore. Con l’autorità che mi conferisce questo ruolo, vorrei provare a tracciare certe parentele tra alcuni scrittori americani contemporanei e alcuni autori di fumetto, sempre americani, sempre contemporanei. Mi gioco subito i nomi: Rick Moody, Jonatham Lethem, David Foster Wallace, da […]

Seminario sui luoghi comuni

6. Culto della personalità Quanto si può concedere a un personaggio? Quanto gli si può consentire che inventi o che travisi i fatti, che per darsi arie si ingigantisca a parole rompendo le proporzioni della storia? Cosa fa sì che un autore abbia talmente chiare dentro di sé, emotivamente, le proporzioni del mondo che sta […]

Seminario sui luoghi comuni

5. Il giovane moralista Gioventù, di J.M. Coetzee, è uno dei più bei romanzi di formazione degli ultimi anni. Il protagonista, J.M. stesso, è un aspirante poeta chiuso, freddo, deciso a diventare un grande artista e a conquistare donne come un Picasso, ma destinato al lavoro ben più congeniale di programmatore informatico in una Londra […]

Seminario sui luoghi comuni

4. Le leggi della fisica Dopo la prospettiva Nevskij, porto oggi una versione italiana del quadro d’insieme: la descrizione di una pensione in «Una buona nutrizione», racconto contenuto in Accoppiamenti giudiziosi. Gadda si impasta le mani di tutti gli elementi quasi obbedendo ai principi della dodecafonia e volendo usare tutte e dodici le note della […]

Seminario sui luoghi comuni

3. Idiosincrasie di un protagonista Pnin è il protagonista per eccellenza. Ha un romanzo che porta il suo nome, e l’autore, Vladimir Nabokov, è talmente sicuro di avere tra le mani un personaggio irresistibile, che con malizia tipicamente nabokoviana, nel descrivere alcune caratteristiche di Pnin, le definisce «tipicamente pniniane». Pnin è un emigré russo che […]