1bowie

Le cose imperfette

1bowie

Pubblichiamo due poesie tratte da Le cose imperfette, l’ultimo libro di Gianni Montieri uscito per LiberAria. Ringraziamo editore e autore.

Qualcuno ha telefonato, eri tu.
La fortuna è poter sentire la tua voce
in tutte le varianti, ho pensato
ma è meglio da vicino, così
che quel suono possa guardarmi.
La casa triplica il volume quando non ci sei
qualcuno penserebbe al vuoto
– mi distraggo con i ballottaggi
francesi, penso alla Provenza, alla Bretagna
– quel qualcuno sono io.

***

Qualcuno è passato sul pianerottolo.
Rientrava. Ho sentito i passi prima
del rumore della chiave che gira
nella toppa, io ho steso i panni
mentre David Bowie cantava:
“Ground control to Major Tom”
abbiamo visto il manoscritto
del testo a Bologna, al Mambo.
Sempre mi stupiscono cose come
la gente che entra ed esce da casa
o rockstar che hanno scritto
i loro capolavori su un quadernetto.

Gianni Montieriè nato a Giugliano nel 1971 e vive a Venezia. Ha pubblicato: Le cose imperfette (ottobre 2019 per Liberaria) Avremo cura (2014) e Futuro semplice (2010). Suoi testi sono inseriti nella rivista monografica Argo, nei numeri sulla morte (VIXI) e sull’acqua (H2O) e nel numero 19 della rivista Versodove; sue poesie sono incluse nel volume collettivo La disarmata, (2014). È tra i fondatori del laboratorio di scrittura Lo squero della parola. Scrive su Doppiozero, minima&moralia, Huffington Post, Rivista Undici e Il Napolista, tra le altre. È redattore della rivista bilingue THE FLR. È nel comitato scientifico del Festival dei matti.
Commenti
Un commento a “Le cose imperfette”
Trackback
Leggi commenti...


Aggiungi un commento