628x471

Per Lawrence Ferlinghetti

628x471

Oggi Lawrence Ferlinghetti compie novantacinque anni. Lo festeggiamo con una poesia tratta da A Coney Island of the Mind. Traduzione di Damiano Abeni e Moira Egan. (Foto: Darryl Bush, The Chronicle)

15.

Sempre rischiando assurdità

e morte

ogniqualvolta si esibisce

in alto sulle teste

della sua platea

il poeta come un funambolo

scala rime

fino all’altissimo filo fatto di sua mano

e in equilibrio sulla trave degli sguardi

al disopra di un mare di facce

passo passo arriva

all’altro capo del giorno

eseguendo capriole

e trucchi di prestipiedazione

e altri eccelsi istrionismi

e tutto senza prendere

niente

per quel che non può essere

 

Perché lui è il super-realista

che deve per forza percepire

la verità tesa

prima di prendere qualsiasi posizione o fare un passo

nel suo presunto avvicinamento

a quella piattaforma ancora più alta

dove Bellezza sta e aspetta

con gravità

di spiccare il salto che sfida la morte

 

E lui

omuncolo chapliniano

che forse afferrerà o forse no

quella leggiadra forma immortale

che si libra a braccia aperte nell’aria vuota

dell’esistenza

 

© minimum fax – tutti i diritti riservati

Commenti
Un commento a “Per Lawrence Ferlinghetti”
  1. Lorena Melis scrive:

    Afferrare leggiadre forme immortali forse si forse no
    ma la poesia è anche saper vivere l’abisso..
    Grande Lawrence

Aggiungi un commento