10404162_498111723654981_4460357159043457613_n

Libri domani a Palermo – nasce Booq

A Palermo, domani, si apre un nuovo spazio dedicato alla cultura, alla condivisione e al piacere di stare insieme. Si chiama Booq, bibliofficina occupata di quartiere, e si trova in Vicolo della Neve all’Allora (trav. via Alloro).

Poiché tra i promotori c’è Matteo Di Gesù, vi consigliamo di andarci. La giornata di inaugurazione si terrà appunto domani mercoledì 9 luglio, a partire dalle ore 17.00.

Booq è un progetto interamente autofinanziato, voluto da un gruppo di palermitani con lo scopo di aprire nel centro storico uno spazio libero di cultura e condivisione.

Come si legge nel comunicato stampa:

“In una città come Palermo in cui i pochi luoghi di elaborazione culturale e di aggregazione sociale si vanno spegnendo uno dopo l’altro, lasciando il posto alla desolazione e alla speculazione, nasce Booq, uno spazio di condivisione che rende disponibile un patrimonio librario di circa 7000 volumi, cercati, condivisi e raccolti nel corso degli ultimi dieci anni. L’obiettivo di Booq è costruire un’officina del riuso per ripensare il rapporto con gli oggetti, ripararli, conservarli e condividerli e riaprire uno spazio pubblico e libero.

Booq, che sorge in vicolo della Neve all’Alloro, nel centro storico di Palermo, in locali di proprietà del Comune da tempo abbandonati, vuole fare di Palermo una città diversa, in cui è essenziale abbattere le solide barriere culturali che non permettono di costruire un terreno comune di incontro e di comunicazione. 

In tutto questo non bisogna dimenticare le precarie condizioni economiche di una larga parte della popolazione che portano alla marginalità culturale e sociale e i bisogni basilari della gente (casa, lavoro, educazione, integrazione sociale) che restano ben lungi dall’essere soddisfatti.

 Booq non vuole offrire un servizio alla città; vuole essere un spazio di resistenza: vuole contribuire a creare connessioni tra persone, libri e idee, restituendo a questa città un luogo pubblico altrimenti inutilizzato.

Booq vuole essere un luogo per i libri, uno spazio di socialità, una sala per la lettura, uno spazio di coesione sociale, un luogo di studio individuale e collettivo, uno spazio in cui scambiare e far rivivere oggetti, idee, desideri. Chiunque volesse dare il proprio contributo, donare dei libri o altro, può inviare una mail all’indirizzo booqxx@gmail.com oppure consultare la pagina Facebook della biblio-officina”.

Infine, ecco il programma per la serata di domani. In bocca al lupo.

17.30: booq apre le porte. Presentazione e inaugurazione della biblioteca.

18.00: booq in the city. Comunicazioni su booq, ludoteca e piazza Magione (in piazzetta)

18.30: Balfolk (musiche e danze popolari) a cura di P.A.F. Palermo Anima Folk (in piazzetta)

Nicola Lagioia (Bari 1973), ha pubblicato i romanzi Tre sistemi per sbarazzarsi di Tolstoj (senza risparmiare se stessi) (vincitore Premio lo Straniero), Occidente per principianti (vincitore premio Scanno, finalista premio Napoli), Riportando tutto a casa (vincitore premio Viareggio-Rčpaci, vincitore premio Vittorini, vincitore premio Volponi, vincitore premio SIAE-Sindacato scrittori) e La ferocia (vincitore del Premio Mondello e del Premio Strega 2015). È una delle voci di Pagina 3, la rassegna stampa culturale di Radio3. Nel 2016 è stato nominato direttore del Salone Internazionale del Libro di Torino.
Commenti
Un commento a “Libri domani a Palermo – nasce Booq”
  1. La zarina scrive:

    In bocca al lupo!

Aggiungi un commento