Microfinzioni: bando per un nuovo concorso di scrittura creativa

Dopo l’enorme successo del concorso per microfinzioni di agosto, abbiamo deciso di lanciare un nuovo contest: per noi della redazione di minima&moralia è un modo per aprirsi a contributi esterni e arricchire la giovane webzine con interventi di pura fiction, per voi aspiranti scrittori e critici, invece, l’occasione per dare visibilità alle vostre idee e […]

bosch

Tutti i mistici di Roma Nord

di Marco Mantello

Passavano in camicie a scacchi, pantaloni neri e Doctor Martins. Con Rumore Bianco nella mano destra, con i loro denti spezzati a dieci anni durante la partita di minibasket trascorsa in panchina, con le loro braccia bloccate a quarantacinque gradi, dentro un gesso coperto di firme con le stelline e disegni di Paperino,

mexico

Un autore a molte dimensioni

Questo articolo è uscito sul numero di ottobre dello Straniero.

di Nicola Lagioia

Come tracciare una mappa che dia almeno l’illusione di poter padroneggiare l’universo a molte dimensioni di uno come Roberto Bolaño, il quale, proprio sullo sconfinamento e sui salti spaziotemporali ha innalzato buona parte della propria poetica?

Seminario sui luoghi comuni

31. Movimento

di Francesco Pacifico

Questa pagina di Bolaño, tratta dal diario di Garcia Madero, il giovane poeta che domina la prima sezione dei Detective selvaggi, racconta parte di una movimentata vigilia di Capodanno a casa dell’eccentrica famiglia della sorelle Maria e Angélica.

vuoto

Vuoto disincanto

Questo articolo è apparso sul Sole 24 Ore.

di Christian Raimo

Domenica scorsa apro il domenicale e vedo qualcosa di inedito: articoli di Luzzatto, Pedullà, Pacifico, De Majo, Ricuperati, Lagioia. Sono delle persone con cui ho condiviso dei percorsi, sono intellettuali (storici, critici, scrittori, giornalisti, politici della cultura…)

critica_minima

Inventare il proprio pubblico

Per uno scrittore – credetemi – la fortuna ci vede benissimo, e risponde sempre al nome di lettori. L’altra cosa, invece, l’innominabile disgrazia che getta il nome e le opere nell’oblio, è sempre cieca, un fantomatico vello d’indifferenza

Identità tornado

Questo articolo è apparso su Repubblica. A Los Angeles, in California, c’è un cratere in eruzione. Questo cratere non genera lava: genera immaginazione narrativa, un magma di intuizioni sempre diverse l’una all’altra. Talmente diverse – fermo restando il denominatore comune del romanzo – da far pensare che dietro narrazioni così difformi non possa che esserci […]

Poesia 2.0

l 24 settembre scorso è stato ufficialmente inaugurato il portale Poesia 2.0, un progetto che ha come principale obiettivo quello di aggregare sotto uno stesso “tetto” i vari e singolari contributi delle molteplici attività poetiche italiane, con l’intento di unire sinergicamente i singoli sforzi nella speranza di dare ad essi più voce. Pubblichiamo di seguito l’editoriale di inaugurazione.

Seminario sui luoghi comuni

30. Il vile denaro I soldi sono un problema per tutti: servono a campare, ma pure a misurare i propri successi e insuccessi, il grado di autonomia dal mondo o dai genitori, servono a pagarsi l’aereo per andare a sedurre donne straniere, servono a rendere fiera la mamma, a comprare libri, ad andare al ristorante, […]

Camus

Lettere a un amico tedesco

Questo pezzo è uscito sullo Straniero di settembre/ottobre

di Alessandro Leogrande

Albert Camus scrisse le quattro Lettere a un amico tedesco (poi raccolte in un unico volumetto da Gallimard nel 1948) tra il luglio del 1943 e il luglio del ‘44, perché uscissero sulla stampa clandestina della Resistenza.