soho

Il romanzo contiene:

Pubblichiamo un pezzo di Gianluca Didino dedicato allo scrittore americano Jonathan Lethem, che ci è stato gentilmente concesso dalla redazione di Inutile.

Che Jonathan Lethem, il più nerd dei figli bruciati d’America, l’appassionato di Philip K. Dick e di supereroi, di culture suburbane e di new-wave, sia diventato uno dei migliori scrittori d’oltreoceano è, ad oggi, un dato di fatto: almeno su questo punto non ci sono dubbi.

Tra la Terraferma e Lampedusa: attimi di horror nel film di Crialese

C’è una scena, nell’ultimo film di Emanuele Crialese (che è, come tutti i film di Crialese, un film di scene: scene memorabili, alcune. Prima di essere un eccellente regista quest’uomo è probabilmente un pittore mancato), c’è questa scena dove il giovane protagonista, un ventenne dell’isola di Linosa, si trova in mezzo al mare, di notte, sopra una barca da pesca insieme a una coetanea turista milanese. I ragazzi accendono la lampara e la milanese si butta nell’acqua verde illuminata. Ci si aspetterebbe che succeda qualcosa tra i due, invece un rumore strano, inquietante, distoglie l’attenzione del giovane dalla sua amica: la lampara viene rivolta verso il largo e si materializza una visione degna di un film dell’orrore.

Un incontro con Takeshi Kitano

Questo pezzo è uscito su GQ nel maggio 2010.

di Daniele Manusia

Dopo il grave incidente di moto del ‘94 Takeshi Kitano si è detto: “Ho subito dei danni al cervello, d’accordo, ma magari faccio qualcosa di buono come Van Gogh”. Quindi si è comprato un girasole e ha iniziato a dipingere. Il risultato immediato sono i quadri un po’ strani che compaiono in Hana-Bi (Leone d’Oro a Venezia):

Bye Bye R.E.M

Un bacio antisommossa

Questo pezzo è uscito su Rolling Stone di agosto.

di Marco Mancassola

Ricorderete questa immagine. Un poliziotto in tenuta antisommossa in primo piano, sullo sfondo una scena di guerriglia urbana, e a terra, sull’asfalto, un ragazzo e una ragazza che sembrano baciarsi, quasi in procinto di fare l’amore.

grecia_4

E il muro è la soluzione

Questo articolo è uscito sul Venerdì di Repubblica.

ORESTIADA (Grecia). Sono in cinque e avranno vent’anni. Camminano sul ciglio dell’asfaltata, passano davanti a un caffè dove uomini seduti li guardano senza sorpresa. “Quanto manca alla città?” chiede uno di loro, il volto scavato dalla stanchezza “Un chilometro? Ancora uno?”

Morocco-Flag

Diario di un giornalista clandestino

Questo articolo è uscito sul Riformista e racconta la sconcertante parabola umana del giornalista marocchino Rachid Nini, prima immigrato in Spagna e in Italia, poi di ritorno nel suo paese per svolgere una coraggiosa attività culturale di opposizione alle ingiustizie della classe politica e della famiglia reale marocchina. In questo momento si trova in carcere a Casablanca e sul sito della sua casa editrice italiana (Mesogea) potete firmare un appello per la sua scarcerazione e per la libertà di stampa in Marocco.

di Alessandro Leogrande

Patologie di Zachar Prilepin

In occasione del festival pistoiese Arca Puccini (info dettagliate e programma), proponiamo una recensione inedita del romanzo Patologie di Zachar Prilepin del quale è appena uscito per Voland San’kja.

Intervista a Simon Reynolds

Ringraziamo vivamente i ragazzi della redazione di Sentireascoltare, che ci hanno concesso di pubblicare parte di una lunga intervista a Simon Reynolds, in occasione dell’uscita del suo ultimo libro per Isbn, Retromania. Vi segnaliamo inoltre che domenica 18 settembre lo scrittore e critico musicale inglese sarà ospite del Festival Arca Puccini a Pistoia, dove incontrerà il pubblico e parteciperà a un question time insieme a John Vignola e il gruppo di Nevrosi.

Le parole e le cose

minima&moralia saluta e dà un grande in bocca al lupo a una nuova e meritoria rivista culturale on line: Le parole e le cose. Tra i redattori: Damiano Abeni, Franco Arminio, Daniele Balicco, Mario Benedetti, Clotilde Bertoni, Daniela Brogi, Franco Buffoni, Carlo Carabba, Pippo Ciorra, Moira Egan, Angelo Ferracuti, Massimo Gezzi, Tommaso Giartosio, Claudio Giunta, Guido Mazzoni, Pierluigi Pellini, Gilda Policastro, Adelelmo Ruggieri, Alessandra Sarchi, Gianluigi Simonetti, Walter Siti, Italo Testa, Emanuele Zinato.