carver

Ricordando Carver

carver

Venticinque anni fa moriva Raymond Carver. Vogliamo ricordarlo pubblicando una poesia tratta dalla raccolta Orientarsi con le stelle.

di Raymond Carver

Sempre alla ricerca del meglio

Ora che sarai fuori per cinque giorni,
fumerò tutte le sigarette che vorrò,
dove vorrò. Farò i biscotti e me li mangerò
con marmellata e grasso di pancetta. Poltrirò. Mi concederò
di tutto. Passeggerò sulla spiaggia se ne avrò
voglia. E ne ho voglia, da solo
a pensare a quando ero giovane. Alle persone
che allora mi amavano alla follia.
E a come le amavo anch’io più di ogni altra.
Tranne una. Ti giuro che farò tutto
quel che voglio mentre sarai fuori!
Ma c’è una cosa che non farò.
Non dormirò nel nostro letto senza di te.
No. Non mi fa piacere farlo.
Dormirò dove cavolo mi pare…
dove dormo meglio quando sei fuori
e non ti posso abbracciare come faccio.
Sul divano rotto del mio studio.

Commenti
2 Commenti a “Ricordando Carver”
  1. Sandra B. scrive:

    Solo per ricordare che le parole in italiano sono state scritte da Riccardo Duranti, traduttore di Carver e anche suo amico, e da Francesco Durante, altro collega traduttore che ha collaborato all’opera :)

Trackback
Leggi commenti...


Aggiungi un commento