Fantasie del limite: l’elogio di Davide Assael

leif-christoph-gottwald-iVJ5HeY2s38-unsplash

Photo by Leif Christoph Gottwald on Unsplash

Oggi, primavera di reclusione forzata globale 2020, è davvero necessario pensare a come riempire di nuovi sensi il concetto di limite. Oggi che ogni norma nell’orbe terracqueo impone limiti invalicabili alla socialità, al contatto, ben venga un volumetto ben scritto e felicemente tempestivo che va addirittura a elogiarlo il limite, a indicarne la necessità, la fecondità, ma per differenziarlo da usi infecondi – come quelli che ci capita di esperire in queste settimane.