Shakespeare 400

william

Il 23 aprile del 1616, esattamente quattrocento anni fa, moriva a Stradford-upon-Avon William Shakespeare, nello stesso luogo in cui era nato 52 anni prima.

In Gran Bretagna i prossimi mesi saranno all’insegna di una sorta di “giubileo shakespeariano”: un sito intero è dedicato all’anniversario, un calendario con celebrazioni, messe in scena, rassegne e parate e iniziative per ricordare quello che probabilmente è stato il massimo autore di sempre.

Questa è la casa in cui si presume sia nato il poeta e drammaturgo inglese.

I 70 anni di Gigi Riva in un’intervista storica che sembra fatta ieri

12809

Oggi, 7 novembre, Gigi Riva compie 70 anni. Il nostro modo di fargli gli auguri è ripubblicando quest’intervista di Gianni Mura in occasione dei suoi 60 anni, uscita su la Repubblica, e per la quale ringraziamo la testata e l’autore.

Quando Riva indossò per la prima volta la maglia numero 9 e si ruppe per la prima volta una gamba (la sinistra) a Roma, il 27 marzo del ‘ 67, lo andai a trovare. Stanza 126 del Policlinico Italia. «Vuoi un’ intervista? Va bene. Ti costerà un paio di sigarette, perché qui oltre al gesso non mi lasciano fumare». Ricordo meno il titolo che uscì sulla Gazzetta. Il concetto era: «Quando torno spero di trovare un terzino che meni». Riva era così: forza e coraggio, come le polisportive d’ una volta. Frangar, non flectar, per chi era fresco di liceo. Rombo di Tuono lo sarebbe diventato prima del Messico. Gli piaceva il soprannome? «Molto, anche se a Brera non l’ ho mai detto. Veniva da uno importante, all’estero il più intervistato dei giornalisti italiani era lui». Riva non ha mai amato i giornalisti. Poteva rispettarli (è il caso di Brera) o sopportarli (era il caso mio). Ma la sua specialità era dribblarli.

Le voci di Carmen

8haif1e_15g1

Lo scorso 21 giugno l’Arena di Verona ha ospitato la Carmen di Georges Bizet, regia di Franco Zeffirelli e costumi di Anna Anni. Quella sera correva il centenario della prima rappresentazione dell’opera bizetiana nell’anfiteatro veronese e il miglior modo per celebrare una tale ricorrenza era quello di affidarsi a una versione tradizionale e in un certo senso autoritaria: l’allestimento realizzato nel 1995 da Zeffirelli e riproposto numerose volte, regia e scene ormai storiche che, senza troppi azzardi, consacrano un filologico spaccato andaluso e interpretano con maestria la drammaticità dei personaggi.

Ero presente quella notte ma questa non sarà una recensione sulla messinscena.

Life in Technicolor

Robert-De-Niro-C’era-una-volta-in-America

Questo pezzo è uscito in una versione leggermente più breve su Repubblica del 31 dicembre 2013. di Christian Raimo Qualche settimana fa, quando mi è capitata sotto gli occhi la notizia che lo stabilimento della Technicolor di Roma sarebbe chiuso definitivamente il 31 dicembre, licenziando gli ultimi 94 dipendenti e abbandonando la sede storica di […]