“I cani romantici”, le poesie di Roberto Bolaño

rb

Oggi Roberto Bolaño avrebbe compiuto 63 anni. Lo ricordiamo con questo pezzo che affronta un tema meno battuto ma non meno importante per la sua vita artistica: la sua produzione poetica (fonte immagine).

di Giorgia Esposito

Los perros románticos (I cani romantici) è il primo libro di poesie pubblicato in Spagna da Roberto Bolaño. La prima edizione, Zarautz, Fundación Social y Cultural Kutxa, 1993, che gli vale il “Premio Literario Ciudad de Irún 1994”, contiene quarantacinque poesie, scritte fra il 1977, anno in cui Bolaño arriva in Europa, a Barcellona, e il 1990.

Le poesie sono raggruppate in cinque capitoli tematici: Poetas, Detectives, Amores, Hospitales, Crepúsculos. Soltanto ventitré componimenti confluiranno, insieme ad altri venti testi inediti, nelle due edizioni successive: Barcellona, Lumen, 2000 e Barcellona, Acantilado, 2006.

Dalle rovine di Luciano Funetta, il canto degli ultimi

snake

di Giorgia Esposito

Per una storia di pirati che non starò qui a raccontarvi, il giorno del mio compleanno, ho trovato nella casella mail il pdf di un romanzo uscito nelle librerie il 19 novembre. La fiducia nella persona che mi ha fatto dono di questo libro è tale che non ho potuto fare a meno di aprire il file. Così ho cominciato a leggere Dalle rovine, di Luciano Funetta, edito da Tunué nella collana Romanzi, diretta da Vanni Santoni.