Cosa potrete vedere alla 71a edizione della Mostra del Cinema di Venezia

Michel-Houellebecq-star-de-cinema_article_landscape_pm_v8

di Carlotta Briganti

Mentre sta finendo la conferenza stampa e tutti i film son stati annunciati, vi raccontiamo cosa potrete vedere alla settantunesima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Non parlerò di tutti i film che verranno proiettati al Lido dal 27 agosto al 6 settembre. Per l’elenco ufficiale basta farsi un giro sul sito della Biennale o leggere i quotidiani domani. Provo a fare invece al volo un elenco delle cose più interessanti e/o bizzarre che mi sembrano venute fuori dagli annunci qui all’Hotel St. Regis (luogo della conferenza stampa).

Oltre 3000 tra lunghi e corti arrivati alla commissione. Ed ecco alcuni tra i film scelti dal direttore Alberto Barbera, insieme ai selezionatori Bruno Fornara, Oscar Iarussi, Nicola Lagioia, Mauro Gervasini, Marina Sanna, Giulia d’Agnolo Vallan.

Perché andiamo al cinema

theactofkilling

Questo pezzo è uscito su L’Ultimo Uomo. (Foto: una scena di The Act of Killing.)

La vida loca è un documentario uscito nel 2008 che racconta la vita quotidiana delle gang criminali che operano nella capitale di El Salvador, realizzato da Christian Poveda durante un lungo periodo in cui ha vissuto a stretto contatto con i membri di una mara, come vengono chiamati questi ibridi di grande famiglia, cosca e struttura paramilitare che si contendono il territorio dello stato centroamericano. Il regista ci mostra le storie private di alcuni membri della gang, tra poche gioie e molti dolori, le piccole faccende di tutti i giorni, le tensioni, le violenze e soprattutto i funerali dei membri uccisi inesorabilmente lungo le settimane e i mesi che Poveda passa con loro. Ogni morte viene teatralmente annunciata dal rumore di uno sparo, dopo il quale assistiamo all’ennesimo funerale con la salma esposta, le lacrime, la rabbia e i canti.