Chi era Marielle Franco, eccezione della politica brasiliana

marielle

di Noemi Milani

Il Guardian l’ha definita “the death of a Champion”, la morte di un campione. Una scelta lessicale non casuale, che sottolinea l’eccezionalità di Marielle Franco, la consigliera comunale di Rio de Janeiro, membro del Partito Socialismo e Libertà e attivista per i diritti umani, uccisa lo scorso 14 marzo. Afrobrasiliana, nata nella favela di Maré, a Rio de Janeiro, e lesbica – viveva con la compagna, Mônica Benício – aspetto quasi sempre sorvolato dalla stampa italiana, così come da quella brasiliana.