Proviamo a stemperare una polemica sui premi? Una risposta pacata e articolata

premio-scerbanenco_h_partb

Riprendiamo quest’intervento dal blog di Jumpinshark.

In questi giorni trovano ampia circolazione in rete una lettera aperta di Raul Montanari “agli organizzatori del Premio Scerbanenco, nell’ambito del Festival Noir di Courmayeur” e le successive repliche e controrepliche dell’organizzazione del premio e dello scrittore (riprodotte in una nota Facebook di quest’ultimo). Montanari lamenta con grande forza la bassa considerazione del giudizio popolare nella selezione della cinquina dei finalisti allo Scerbanenco e pure la “procedura macchinosa, grottesca, mortificante” di voto che prevede persino l’indicazione degli estremi della carta d’identità.