Galleggiare nella tempesta. “L’uomo nel diluvio” di Valerio Malorni e Simone Amendola

Luomo-nel-diluvio-023

Valerio Malorni e Simone Amendola ieri hanno vinto il premio Inbox dedicato al teatro emergente. Pubblichiamo un articolo di Graziano Graziani sullo spettacolo L’uomo nel diluvio apparso sui Quaderni del Teatro di Roma ad aprile 2014.

L’uomo nel diluvio è Valerio Malorni, padre di una bambina piccola e geniale attore romano, che vive per vocazione – ma anche per destino generazionale – la condizione di precario. Un precariato estremo, quasi un’arte di arrangiarsi due-punto-zero, una situazione di liquidità e incertezza che si propaga senza alcun ostacolo o barriera dal lavoro alla vita privata. Se poi scendiamo dal gruppo generazionale (i venti-trenta-quarantenni) a quello più ristretto degli artisti, dei lavoratori della conoscenza, di chi è impiegato nel settore della cultura, quella precarietà diventa quasi endemica. Come a dire: l’uomo nel diluvio siamo noi, tutti noi.